Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Esistono diversi tipi di restauri, a seconda delle condizioni di conservazione della cornice nel suo aspetto totale: legno, fondo e doratura si decide su come intervenire. Il restauro totale si effettua su quelle cornici dove ormai il degrado è ad uno stato molto avanzato. Il restauro parziale o conservativo si effettua quando la cornice necessita solamente di piccoli interventi, quindi per conservativo si intende che la cornice mantiene lo stato originale fatto salvo delle parti danneggiate sulle quali si è operato.
Si cerca sempre di effettuare con cura una valutazione dei danni di modo tale da intervenire solamente sulle parti che realmente necessitino un trattamento.
Esempio di restauro totale da noi eseguito su una cornice del XIX secolo.La cornice in legno d’abete intagliato presenta degli angoli e dei centri riportati in legno intagliato, così come anche un listello applicato sull’esterno, sempre intagliato.
Nella foto si può notare il degrado della cornice, dove ormai di parti originali ne sono rimaste ben poche. Solamente un angolo e due centri sono rimasti quasi integri.
Il restauro inizia con una pulitura totale della conice, di modo da eliminare tutte le croste inutili di gesso dove, come di può notare in diversi punti, è ammuffito.
Una volta pulita e riportata allo stato di legno grezzo, si procede alla ricostruzione delle parti mancanti, precedute da un robusto trattamento di antitarlo, anche se il legno non mostra presenze di parassiti.

CORNICI SPONTINI Via Spontini 10 - Milano - Telefono e fax: 02 29406752 - info@cornicispontini.it
Si cerca sempre di effettuare con cura una valutazione dei danni di modo tale da intervenire solamente sulle parti che realmente necessittino un trattamento, purtroppo molte volte l’intervento deve essere totale come anche in questo caso.

Questo esempio di restauro totale è stato da noi eseguito su una cornice in oro zecchino della metà del XVIII° secolo.

La cornice in legno di cirmolo intagliato presenta uno stato molto avanzato di degrado causato dai tarli; l’intera cornice è colma di gallerie, crepe e parti sbricciolate dall’attivita che nel tempo i tarli hanno fatto.

Nella foto si può notare che buona parte del lato sinistro è preticamente polverizzato.

Fori di tarli
su tutta la
superficie
Sbriciolature
sul davanti
Parti consumate
dai tarli
Parti mancanti
e crepe
Particolare di una
parte sbricciolata
dai tarli
Vista
dal retro
Risultato
finale
Condizione
originale
della cornice
Ricostruzione della
parte mancante
mediante intaglio
Particolare di un
angolo rovinato
Alcuni dettagli
Risultato
finale
Condizione
originale
della cornice
La resina a contatto con l’aria lievita schiumando penetrando a fondo nelle gallerie causate dai tarli. Una volta essicata la parte eccedernte viene asportata
Sul davanti viene iniettata una resina polimerica specifica che serve, una volta asciutta, a consolidare la cornice
Prima operazione di recupero viene eseguita incollando sul retro un telaio di 1 cm di spessore per dare consistenza alla cornice, poichè dal danno causato dai tarli era rimasta molto friabile
Prima del trattamento della ricostruzione la cornice è stata abbondantemente trattata con antitalo
e con una specifica resina indurente, al fine di non avere unteriori sbricciolamenti durante il restauro